Che cosa NON è questo corso di copywriting

Questo articolo, dal titolo volutamente provocatorio, vorrebbe rispondere ad alcune questioni che tornano con una certa frequenza via email o telefono. Parliamo di dubbi, domande e a volte critiche (no, per fortuna non siamo perfetti!) da parte di chi si appresta ad acquistare il corso o già lo ha comprato. La prima e più importante, ancora una volta, riguarda l'attestato di formazione. A quanto pare ci sono persone che hanno a cuore più questo pezzo di carta che la stessa... formazione! Attenzione giovani (e meno giovani): gli attestati, nella vita, non fanno la differenza. Quello che conta sono le vostre capacità e la vostra esperienza, qui come copywriter, altrove come imbianchini, muratori, carpentieri o meccanici. Noi l'attestato lo rilasciamo, come scritto nero su bianco nella pagina apposita, SOLO a chi frequenta il corso completo (o 7 moduli singoli + Skype o dispense complete + Skype): acquistare il solo corso in PDF e pretendere di avere l'attestato non sarebbe né sensato né corretto nei confronti di chi, fino ad oggi, ha seguito le ore di formazione necessarie a imparare il mestiere. 

 

leggi di più 0 Commenti

Buone feste e buon Natale da Let's Copy!

Chi l'avrebbe mai detto che il nostro corso di copywriting sarebbe arrivato a festeggiare il Natale per la seconda volta? A sapere che siamo partiti con una semplice dispensa sembra quasi impossibile. Al tempo, circa un paio di anni fa, il corso non era altro che un insieme di appunti riservato ai clienti di Contenuti WEB, agenzia di comunicazione specializzata in copywriting. Scopo di quelle prime dispense era insegnare ai clienti che volevano arrangiarsi con la gestione dei contenuti le linee guida per scrivere articoli, pubblicare news, diffondere notizie e posizionare i testi su Google. Le informazioni non erano molte, appena 12 pagine suddivise in due parti, il tutto fortemente orientato al seo copywriting, che senza dubbio rimane ancora oggi essenziale per decidere il successo di un progetto digitale.

leggi di più

E COSI' VORRESTI FARE IL COPYWRITER?

E così vorresti fare il copywriter?

Una delle poesie più intense scritte da Charles Bukowski riguarda la scrittura. Per chi non la conoscesse si intitola “So, you want to be a writer?” (nella versione italiana “E così vorresti fare lo scrittore?”), ed è una sorta di elenco in versi delle motivazioni e del sentire alla base di un'attività complessa come la scrittura. Il fatto che Bukowski utilizzi certi vocaboli e certe espressioni mi fa pensare che la sua poesia non fosse rivolta solo a “tutte quelle migliaia di persone che si definiscono scrittori”, ma anche a chi si cimenta con quest'arte per lavoro. Voglio quindi prendere spunto da questa poesia per parlare del copywriter e del suo mestiere: un mestiere dove si passa gran parte del tempo a computer, a maledire la tastiera e cercare la parola giusta, l'unica in grado di brillare come una gemma.

 

leggi di più 0 Commenti

CONTENT MARKETING: NEL 2020 INVESTIMENTI PER 2 MILIARDI DI EURO

Content marketing in Italia

Da una parte troviamo aziende che non sanno nemmeno cosa sia il content marketing, dall'altra abbiamo paesi – come la Gran Bretagna – in cui la spesa per questo genere di attività arriverà nel 2020 alla soglia record di 451 milioni di euro. Una contrapposizione che prima o poi, anche qui in Italia, è destinata a diventare storia. Sì perché il content marketing continua a riscuotere successo e gli investimenti per la creazione di contenuti sotto forma di post, articoli, news o semplici testi stanno aumentando a ritmo esponenziale. A ribadirlo è un recente studio condotto da Yahoo in partnership con Endersb Analysis, studio secondo il quale il mercato del content marketing in Europa crescerà fino a toccare quota 2,1 miliardi di euro di investimenti nel 2020. Una cifra di tutto rispetto!

 

Soprattutto se pensiamo che fino a qualche tempo fa nessuno sapeva nemmeno cosa fosse il content marketing. Oggi sappiamo che questa forma di promozione garantisce nel lungo periodo ottimi risultati: attraverso la cura di un blog e la diffusione di articoli nel web, ad esempio, si genera traffico e visibilità al sito target. Perché accade questo? La risposta è presto detta: gli utenti della rete sono alla continua ricerca di informazioni per risolvere problemi o avere risposte alle loro domande. Fornire loro guide, ricette, consigli e suggerimenti di qualità diventa una strategia determinante per ottenere traffico organico da Google e dagli altri motori di ricerca, a costi ridotti e senza dover continuamente finanziare campagne pubblicitarie a pagamento. Ecco perché tanti hanno deciso e decideranno da qui al 2020 di investire in content marketing.

 

leggi di più 0 Commenti

COPYWRITER: COSA FA E COSA NON DEVE (MAI) FARE

Cosa fa e cosa non deve fare un bravo copywriter

Copywriter: cosa fa e cosa non deve (mai) fare

Amato, ricercato, dimenticato e poi riscoperto. Stiamo parlando del copywriter, una figura con molteplici mansioni, la cui importanza viene ancora oggi troppo spesso sottovalutata o addirittura ignorata. Noi di Let's Copy voglia dare il nostro piccolo contributo alla causa e spiegare cosa fa e che cosa non deve (mai) fare un bravo copywriter quando svolge il proprio mestiere. Cominciamo dunque dalla definizione di copywriter, termine che potremmo tradurre grossomodo come redattore pubblicitario o semplice redattore. Una parola vaga che richiama numerosi altri concetti più o meno correlati. In un'agenzia, ad esempio, troviamo:

  • il copywriter che fa articoli;
  • il copywriter che fa post per blog;
  • il copywriter che fa article marketing;
  • il copywriter che fa i testi del sito;
  • il copywriter che fa i comunicati;
  • il copywriter che fa un po' di grafica;
  • e magari prepara anche il caffè...
leggi di più 0 Commenti